top of page
Vista aerea della foresta

Le forme giuridiche delle CER

Come strutturare le Comunità Energetiche Rinnovabili?


La scelta della forma giuridica appropriata per una Comunità Energetica Rinnovabile (CER) è strettamente legata a un’attenta valutazione delle caratteristiche specifiche di ciascun caso. In particolare, è fondamentale considerare gli obiettivi specifici delle CER che si intende istituire. Dovrebbe inoltre essere presa in considerazione la flessibilità di adattare il modello scelto in risposta a eventuali sviluppi nel progetto della CER. È importante sottolineare che non esiste una forma giuridica universale adatta a tutte le possibili configurazioni che una CER potrebbe assumere.

In questo articolo andiamo ad analizzare due diversi tipi di società, le società commerciali e quelle cooperative:


· Società commerciali: la formazione di una Comunità Energetica (CER) può avvenire mediante l'istituzione di una società in conformità con il Libro V del codice civile. È stata abbandonata l'associazione esclusiva tra società e scopo di lucro, quindi la selezione di modelli societari è coerente con gli obiettivi della CER.


Società di capitali (SPA, SRL)

PUNTI DI FORZA

PUNTI DI DEBOLEZZA

STRUTTURA

· Stabilità: essenziale per progetti complessi, che comprendono la costruzione di nuovi impianti da parte della CER

· Organizzazione d’impresa: capacità di organizzarsi in forma imprenditoriale per attività attribuite alle comunità

· Elevati costi di costituzione

· Elevati costi di gestione

PARTECIPAZIONE

· Aperta a soci privati e pubblici

· Possibilità di acquisizione di azioni o quote da parte di persone fisiche e giuridiche

· SPA: possibilità di prevedere distinte azioni con o senza diritti di voto

· SRL: possibilità di attribuire ai singoli soci particolari diritti riguardanti l’amministrazione della società, o la distribuzione degli utili

· Le società non devono prevedere meccanismi di ingresso discriminatori per soggetti in possesso dei medesimi requisiti

INVESTIMENTI

· Possibilità per la CER di realizzare investimenti in nome e per contro proprio

· La stabilità della CER permette di attirare capitali di intermediari finanziari in ragione della stabilità e della capacità imprenditoriale che assicurano

Possibilità per i membri di “partecipare” al capitale della CER con gli impianti di loro proprietà

· Regolazione delle disponibilità degli impianti, in caso di recesso del membro proprietario dell’impianto

· Regolazione di eventuali compensi in caso di recesso di un membro che ha conferito l’impianto alla società

· Società cooperativa: il modello cooperativo contemplato del codice civile presenta elementi di forte affinità con il modello societario appena descritto.


Società Cooperative

PUNTI DI FORZA

PUNTI DI DEBOLEZZA

STRUTTURA

· Stabilità: essenziale per progetti complessi, che comprendono la costruzione di nuovi impianti da parte della CER

· Organizzazione d’impresa: capacità di organizzarsi in forma imprenditoriale per attività attribuite alle comunità

· Possibilità di fruire di un regime fiscale speciale

· Elevati costi di costituzione

· Elevati costi di gestione

PARTECIPAZIONE

· Aperta a soci privati e pubblici

· Partecipazione aperta

· Possibilità di avere diversi tipi di soci (socio finanziatore ecc). Ciò consente alla CER di attribuire diversi diritti e obblighi ai membri

· Controllo decisionale: vige il principio di democraticità nella gestione, secondo cui ciascun socio ha diritto ad un voto in assemblea, indipendentemente dalle quote o azioni possedute

INVESTIMENTI

· Possibilità per la CER di realizzare investimenti in nome e per contro proprio

· La stabilità della CER permette di attirare capitali di intermediari finanziari in ragione della stabilità e della capacità imprenditoriale che assicurano

· Possibilità per i membri di “partecipare” al capitale della CER con gli impianti di loro proprietà

· Regolazione delle disponibilità degli impianti, in caso di recesso del membro proprietario dell’impianto

· Regolazione di eventuali compensi in caso di recesso di un membro che ha conferito l’impianto alla società

Nei prossimi articoli, verranno analizzati due modelli del terzo settore: l’associazione e la fondazione di partecipazione, selezionati fra altre forme giuridiche grazie alla loro compatibilità con i requisiti e le caratteristiche essenziali delle CER.


Per maggiori informazioni o per una prima consulenza gratuita, compila il FORM oppure scrivici all'indirizzo mail eyco@3estudio.eu.

Kommentare


bottom of page